Il sito web della Corte dei conti utilizza i cookie per migliorare i servizi e per fini statistici. Proseguendo la navigazione si accetta di ricevere i cookie. Se non si desidera riceverli si possono modificare le impostazioni del browser, ma alcuni servizi potrebbero non funzionare correttamente.

Informativa estesa sui cookie

27/06/2022 Roma
Sezione Centrale di Controllo sulla Gestione delle Amministrazioni dello Stato

La Sezione centrale di controllo sulla gestione delle Amministrazioni dello Stato della Corte dei conti ha approvato, con Delibera n. 13/2022/G, la relazione sul “Fondo salva opere”, istituito nel 2019 per il rapido completamento delle opere pubbliche e la tutela dei lavoratori coinvolti.

Il Fondo è in parte alimentato, per un adeguato funzionamento, da un contributo che le amministrazioni aggiudicatrici di gare di appalto, o il contraente generale, versano nel bilancio dello Stato, per poi confluire nel bilancio del Ministero delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili.

Il Ministero - ha rilevato la Corte - non ha tuttavia proceduto, per gli anni 2019-2022, alla riassegnazione delle somme, sui pertinenti capitoli di spesa, per l’alimentazione del fondo stesso.

Documenti di riferimento